;Audi Italia Audi Sport Italia
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
CampionatoSuperStarCampionatoSuperStar
News | Mugello
modulo stampa invia

L'Audi R8 LMS dribbla le insidie del Mugello e rimonta dall'ottavo al quinto posto

 

• Nel suo turno Benoit Tréluyer ritarda il pit-stop recuperando terreno 
• La grinta di Vittorio Ghirelli lo sostiene fino ai brividi dell'ultimo giro


Con la corsa di oggi è iniziata la seconda parte della stagione del campionato italiano GT e per la prima posizione ci sono state ben poche novità: ha vinto la Ferrari 488 del campione in carica Stefano Gai (stavolta insieme a Michele Rugolo) che in metà campionato ha già vinto le stesse gare di tutto il 2016: quattro. La domenica del pilota lombardo è stata certo più gratificante di quella del duo Audi Sport Italia, che il primo successo l'aveva sfiorato a Monza: Benoit Tréluyer e Vittorio Ghirelli partendo dalla ottava posizione (complice un testacoda del francese alle curve delle Arrabbiate in qualifica) avevano come obiettivo ideale per oggi il quarto posto. Hanno sbagliato di poco, avendo chiuso quinti una gara di rimonta non priva di trabocchetti.
Tréluyer è sfuggito alle insidie della partenza ed ha iniziato il suo turno da dove partiva in griglia: ottavo, con poche emozioni se si eccettua la safety-car in pista dal quinto al settimo giro. Meno a suo agio rispetto alla tappa di Monza, forse per il concorso di un treno di pneumatici poco fortunato che rendeva il set-up meno efficace, il tre volte vincitore di Le Mans ha però tratto profitto dal rientrare tra gli ultimi ai box per il cambio piloti: al momento di cedere la R8 LMS al giovane collega italiano aveva solo tre secondi di distacco dai leader Alex Frassineti (Lamborghini Huracan) e Michele Rugolo. Al termine della sequenza completa di cambi pilota però, il suo collega Ghirelli si ritrovava quinto, inserendosi con ammirevole grinta in una lotta molto affollata per la quarta posizione. All'ultimo giro, in mezzo ad un vero caos scatenato dalla contemporanea lotta tra piloti della categoria SuperGT3 Pro e piloti delle classi minori, Ghirelli riusciva a passare indenne tra due vetture in testa-coda alla esse Casanova-Savelli per raccogliere i punti del quinto posto.

GARA DUE
1. Rugolo/Gai (Ferrari) 25 giri in  50:49.66, media oraria 154,772 km/h
2. Agostini/Zampieri (Lamborghini) 9.704
3. Schirò/Cioci (Ferrari) 12.091
4. Frassineti/Beretta(Lamborghini) 12.399
5. TRÉLUYER/GHIRELLI (AUDI) 17.728
6. Malucelli/Cheever III (Ferrari) 18.078
7. Baruch/Palma (Lamborghini) 19.786
8. Cassará/Gentili(Lamborghini) 25.788
9. Comandini/Cerqui(BMW) 35.465
10. Necchi/Desideri (Lamborghini) 44.912 
 
CLASSIFICA CAMPIONATO SGT3 PRO DOPO 8/14 GARE (punti) [pos.prec.] 
1. Gai (108) [1] 
2. Malucelli/Cheever (91) [2]
3. Frassineti/Beretta (85) [3]
4. Agostini/Zampieri (84) [5]
5. Schirò (83) [4]
6. TRÉLUYER/GHIRELLI (56) [7] 
7. Baruch (53) [7] 
8. Melo (51) [6]
9. Leo (45) [8]
10. Venturi (40) [9] 

Scarperia e S. Piero (FI) domenica 16 luglio 2017


 

Il risultato dei piloti Audi Sport Italia al Mugello (settimi) sconta via caotico e safety-car

 

• La partenza di Vittorio Ghirelli condizionata dalla fila interna sulla griglia 
• Quasi... dimezzato il turno di Benoit Tréluyer per una lunga fase di safety-car

Partiti in terza fila nella settima corsa della stagione GT 2017 i piloti Audi Sport Italia sapevano di essere attesi da un weekend in salita: oltre alla posizione di partenza non ideale erano consci che al momento del pit stop sarebbe stato il loro l'handicap tempo più alto di tutto lo schieramento, venti secondi dovuti alle belle performance di Monza. Da una partenza non proprio impeccabile Vittorio Ghirelli era tra quelli che ci rimettevano di più: partendo all'interno nella fila più lenta e problematica, da quinto sulla griglia transitava settimo al primo giro dietro alla Lamborghini Huracan di Matteo Beretta, che poi il giovane pilota di Fasano teneva a lungo sotto pressione. Quando, verso il nono, decimo giro sembrava ormai in grado di scavalcare il rivale, i doppiaggi restituivano al pilota lombardo un po' di margine che si portava fino al cambio pilota, che Ghirelli affrontava al dodicesimo giro.
Ogni speranza di rimonta nella seconda parte della gara, con Benoit Tréluyer subentrato all'italiano, era destinata presto a ridimensionarsi a causa di una lunghissima fase di safety car, durata dal quindicesimo al diciottesimo passaggio. La neutralizzazione si concludeva quando mancavano ormai meno di nove minuti alla fine di una gara vinta dalla BMW M6 GT3 di Alberto Cerqui e Stefano Comandini, partiti dalla pole position. Quando la vettura staffetta rientrava ai box il tre volte vincitore di Le Mans era nono assoluto: se riusciva a risalire in settima posizione rapidamente, in seguito i rivali diretti erano troppo distanti per lasciargli speranze di riacciuffarli. La settima posizione assoluta finale (ma sesta della SGT3 Pro perché l'equipaggio vincente è una coppia Pro-Am) significa se non altro che l'handicap tempo per la gara di domani calerà da 20 a 5".
GARA UNO
1. Cerqui/Comandini (BMW) 24 giri in 50:22.997, media oraria 149,906 km/h
2. Schirò/Cioci (Ferrari) 1.837
3. Cheever III/Malucelli (Ferrari) 3.099
4. Gai/Rugolo (Ferrari) 4.089
5. Beretta/Frassineti (Lamborghini) 7.598
6. Agostini/Zampieri (Lamborghini) 7.612P
7. TRÉLUYER/GHIRELLI (AUDI) 9.972
8. Cassará/Gentili(Lamborghini) 31.745
9. D'Amico/Cazzaniga(Lamborghini) 35.985
10. Takahashi/Karol (Lamborghini) 37.123 
 
CLASSIFICA CAMPIONATO SGT3 PRO DOPO 7/14 GARE (punti) [pos.prec.] 
1. Gai (88) [1] 
2. Malucelli/Cheever (86) [2]
3. Frassineti/Beretta (77) [3]
4. Schirò (71) [5]
5. Agostini/Zampieri (69) [4]
6. Melo (51) [5]
7. TRÉLUYER/GHIRELLI (49) [8] 
7. Baruch (49) [6] 
8. Leo (45) [6]
9. Venturi (40) [9] 
Scarperia e S. Piero (FI) sabato 15 luglio 2017


La metà stagione del GT Italiano inizierà dalla terza fila per l'Audi R8 LMS

 

•  Al Mugello la migliore performance Audi in qualifica è di Vittorio Ghirelli, quinto 
•  All'esordio in Toscana Benoit Tréluyer ottiene l'ottavo tempo nella sua sessione


Una giornata dal meteo capriccioso ha fatto sì che team e piloti del campionato tricolore Super GT3, arrivato in questa trasferta al giro di boa 2017, trovassero condizioni di pista molto diverse tra prima sessione di libere al mattino presto, seconda sessione svoltasi con pista umida e qualifiche con caldo estivo. Benoit Tréluyer e Vittorio Ghirelli si sono trovati forse più a loro agio con la R8 LMS a metà giornata, quando sull'asfalto che gradualmente asciugava hanno concluso terzi. Ghirelli, che ha preso parte al primo turno di qualifiche, ha concluso quinto (1'48"184) riuscendo a ottenere il tempo al sesto passaggio. La pole è stata messa a segno dalla BMW M6 GT3 di Alberto Cerqui (1'47"196). Nel secondo turno un fiducioso Tréluyer ha pagato dazio per l'esordio sulla spettacolare pista toscana: l'ha trovata di suo gradimento ed aveva intenzione di attaccare le posizioni nobili della griglia nella sua sessione ma, dopo aver fatto segnare un ottimo tempo nel primo settore al suo primo giro con gomme fresche, è uscito all'esterno nella zona compresa tra le due curve dell'Arrabbiata, un errore che poi (complice una interruzione di quindici minuti per ripulire il tracciato dopo un problema ad un altro pilota) non è più riuscito a rimediare. Il francese ha concluso ottavo (1'49"416), mentre la pole position per la gara di domenica è stata firmata dalla Lamborghini Huracan di Alex Frassineti (1'47"898).
 
HANNO DETTO:
BENOIT TRÉLUYER (pilota Audi R8 LMS): "Sono al debutto su questa pista: mi piace molto perché è tecnica e selettiva. La macchina la sentivo bene all'inizio della qualifica: ero riuscito a fare il miglior primo settore al terzo passaggio perché volevo sfruttare la gomma nuova, ma subito dopo nella compressione che segue la Casanova/Savelli ho perso il dietro e sono andato all'esterno. Dopo la sosta di quindici minuti per la bandiera rossa sono riuscito a migliorare il tempo, ma l'opportunità migliore era già sfumata".
VITTORIO GHIRELLI (pilota Audi R8 LMS): "Nella mia qualifica avevo abbastanza sottosterzo e sentivo una vibrazione simile a quella che mi era capitata già a Monza e che in quel caso era dovuta ad un problema con piombi di equilibratura. Ho fatto il mio miglior tempo abbastanza impiccato, non penso con gomme che avevano ormai sei giri avrei potuto far meglio. Domani considerato l'handicap in tempo di venti secondi che ci aspetta al pit stop quello che ci preme è fare il meglio possibile per liberarcene: un quarto posto sarebbe l'ideale".

Scarperia e S. Piero (FI) venerdì 14 luglio 2017

 

GLI ORARI

VENERDI 14 luglio
09:00-09:45 prove libere
12:10-12:55 prove libere
18:10-18:25 qualifica 1
18:30-18:45 qualifica 2
SABATO 15 luglio
16:00 partenza gara 1
DOMENICA 16 luglio
13:15 partenza gara 2

   
Contatti  |  Photogallery  |  Download  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy
 
   Copyright® 2012 Audi Sport Italia S.r.l. | P.IVA 00865690960