;Audi Italia Audi Sport Italia
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
CampionatoSuperStarCampionatoSuperStar
News | Mugello | Endurance
modulo stampa invia

Con Riccardo Agostini, Mattia Drudi, Daniel Mancinelli è finita la "dieta" di vittorie Audi


• Partiti dalla pole, al Mugello i piloti Audi hanno riportato al successo la R8 LMS nel GT Italiano in una 3 Ore con un finale più emozionante di un qualsiasi Gran Premio, col romagnolo alla fine 26 millesimi davanti al rivale britannico Alexander Sims
 
Due sono i numeri che spiccano alla fine della giornata di gara che al Mugello ha aperto il Campionato Italiano GT Endurance 2020: 630 e 26. 630 sono i giorni passati dall'ultimo successo Audi Sport Italia nel tricolore GT, sempre al Mugello in chiusura di stagione 2018 grazie a Ben Tréluyer e Bar Baruch. Oggi Riccardo Agostini, Daniel Mancinelli e Mattia Drudi, che in ordine di discesa in pista hanno dato tutto per mettere fine al digiuno dei quattro anelli nello Stivale, hanno prevalso insieme dopo eccellenti prove libere e qualifiche dominate. E tuttavia alla fine il successo ha loro arriso in volata per soli 26 millesimi sulla BMW M6 ufficiale di Sims/Zug/Comandini, col britannico e Drudi che hanno dato vita a una sfida al cardiopalma dal 90.imo al 95.imo giro e col pilota di Formula E che le ha studiate tutte per mettere il muso davanti alla R8 LMS. Per quattro volte ci è anche riuscito, agevolato in parte dall'assetto aerodinamico non ottimale dell'Audi che aveva perso una bandella dell'ala posteriore, ma il romagnolo era in forma smagliante e ha replicato strappando applausi, che purtroppo sono stati a distanza, visto che come la maggior parte delle manifestazioni sportive i tricolori di automobilismo sono ripresi a porte chiuse.

Se il finale è stato emozionante e da seguire in piedi davanti allo schermo, altrettanto lo è stato l'inizio della 3 Ore in Toscana. La R8 LMS partiva in pole position con al volante Agostini, ma il padovano ha potuto fare poco al semaforo verde contro lo spunto della M6 con al volante Stefano Comandini, che era ispirato ed ha tenuto dietro il Campione Italiano GT Sprint in carica per 21 giri. Il romano però era leader con un vantaggio che mai superava il secondo e dopo un rischio corso in un doppiaggio di una GT4 il pilota Audi ha rotto gli indugi passando alla curva del Correntaio. Una volta superata la BMW, Agostini dimostrava un passo superiore mettendo insieme nella seconda parte del suo turno quasi 9" di margine sugli inseguitori. Il pit stop si svolgeva con regolarità e a subentrare sull'Audi era l'esperto Mancinelli, che in pista si trovava a precedere la Lamborghini Huracan di Galbiati/Venturini/Postiglione e la BMW ufficiale. Il marchigiano, che ha confermato la fiducia riposta dal suo mentore e nuovo Team Principal Audi Ferdinando Geri portando a termine uno stint apparentemente tranquillo, al momento di restituire il volante a Drudi aveva messo al sicuro un margine di circa 8" sulla Lamborghini e sulla vettura di Monaco di Baviera. Ma sulla M6 GT3 saliva Sims e al 70.imo passaggio Drudi scopriva che alle spalle non aveva più la Huracan, ma la BMW e cominciava a stringere i denti per tenere alle spalle la nera vettura bavarese. Con successo e per, appunto, solo 26 millesimi, sufficienti per salire sul gradino più alto del podio insieme a Agostini e Mancinelli.
 
     
GARA UNO
1. Agostini/Mancinelli/Drudi (AUDI) 95 giri in 3:00'06.928 media 165,985km/h
2. Comandini/Zug/Sims (BMW)
3. Galbiati/Venturini/Postiglione (Lamb.)
4. Roda/Rovera/Fuoco (Ferrari)
5. Kroes/Schandorff/Tujula (Lamborghini)
6. Aghakani/Giammaria/Pulcini (Lamborg.)
7. Mann/Cressoni (Ferrari)
8. Linossi/Colombo/Ferrari (Mercedes)
9. Michelotto/Greco/Hudspeth (Ferrari)
10. Pera/Baccani/Venerosi P. (Porsche)

CLASSIFICA CONDUTTORI GT3 ENDURANCE (punti)  
1. Agostini/Drudi/Mancinelli (20)
2. Comandini/Zug/Sims (15)
3. Galbiati/Venturini/Postiglione (12)
4. Roda/Rovera/Fuoco (7)
5. Kroes/Schandorff/Tujula (6)
6. Aghakani/Giammaria/Pulcini (5)
7. Mann/Cressoni (4)
8. Linossi/Colombo/Ferrari (3)
9. Michelotto/Greco/Hudspeth (2)
10. Pera/Baccani/Venerosi P. (1)

Scarperia e S. Piero, domenica 19 luglio 2020


 

Al Mugello un inizio di trasferta tutto ad alta quota per la R8 LMS di Audi Sport Italia

Daniel Mancinelli, Riccardo Agostini e Mattia Drudi nell'ordine davanti a tutti in qualifica, partiranno da leader la prima tappa del tricolore GT Endurance 2020
Nelle gare tricolori l'ultima pole position di una R8 LMS GT3 risaliva al 22 giugno dello scorso anno, nel corso del meeting di Imola valido per il campionato GT Sprint: oggi non solo è finito il digiuno grazie alla 66ima pole position ottenuta in corse valide per i campionato tricolori da Daniel Mancinelli, Riccardo Agostini e Mattia Drudi. Audi Sport Italia ha anche ottenuto per la prima volta questo risultato in una corsa valida per il Campionato GT Endurance: il risultato di oggi al Mugello varrà per la griglia con cui domani 14 vetture affronteranno la 3 Ore che apre la stagione. Un inizio in discesa per una squadra rinnovata nel proprio assetto manageriale con Ferdinando Geri che ha affiancato il fondatore Emilio Radaelli e il solo Drudi che nel line-up piloti si può considerare un volto noto, malgrado la giovanissima età.

Dopo aver brillato nei turni di prove libere, conclusi come leader del GT3 due volte su tre, oggi i tre talenti dei quattro anelli si sono perfino superati ciascuno portando a casa il miglior tempo della propria sessione per un tempo cumulativo di 5'20"926, migliore di 0"888 dell'avversario più prossimo: la BMW del Team ufficiale che rappresenta la casa bavarese. Peraltro domani la squadra diretta da Roberto Ravaglia resterà tra gli avversari maggiormente da temere visto che la M6 tradizionalmente ha una storia di successi sulla pista toscana. Ma al Mugello ad aprire l'elenco dei piloti in prima posizione è stato uno dei neoacquisti di Audi Sport Italia: Mancinelli. Il marchigiano si è subito insediato in prima posizione e solo quando è andato al proprio box per montare gomma nuova la Ferrari 488 di Alessio Rovera lo ha brevemente scavalcato. Mancinelli con il tempo di 1'47"001 si è ripreso subito il ruolo di leader e ha tenuto a distanza il driver del Cavallino di tre decimi di secondo.

Più combattuta la seconda sessione: Agostini ha ottenuto il primo posto giusto un attimo prima che una breve bandiera rossa interrompesse il turno per un'uscita di un avversario alle curve delle Arrabbiate. Il tempo di 1'47"469 precedente alla sospensione appariva però ancora attaccabile, in particolare dalla BMW di Marius Zug. Dopo aver avuto un po' di sottosterzo con la gomma nuova, nel secondo tentativo il veneto dell'Audi metteva a frutto la messa a punto dei giorni precedenti e con il tempo di 1'47"311 si migliorava lasciando a 0"173 il veloce avversario della casa bavarese. Il più esperto dei tre driver Audi era l'ultimo a scendere in pista: Drudi. Dopo un breve passaggio di ambientamento a gomma usata il romagnolo tornava in pista a dieci minuti dallo scadere e fissava subito un 1'46"614 che si rivelava il miglior tempo della giornata. Non senza qualche emozione finale peraltro: Antonio Fuoco fino a pochi istanti dalla fine tentava di consegnare alla Ferrari almeno una prima posizione in qualifica. Considerato che l'ex-formulista era stato decisivo ad ottobre nella vittoria del Cavallino che aveva consegnato il titolo Endurance 2019 a Stefano Gai, c'era il rischio che la tripletta Audi potesse sfumare, ma evidentemente la forma di Drudi era tale da non poter essere scavalcato dal pilota ex-Ferrari Academy, che doveva accontentarsi di arrivare a 0"217 dal ventiduenne figlio d'arte, che festeggiava quindi coi compagni di vettura la tripletta. Era stato proprio Drudi l'autore dell'ultima pole Audi, in quel caso in solitaria visto che si trattava di una gara GT3 Sprint.

Scarperia e S. Piero, sabato 18 luglio 2020

 

Audi Sport Italia al via della 18.ima edizione del tricolore Gran Turismo 

Il trio Riccardo Agostini/Mattia Drudi/Daniel Mancinelli pronto a puntare alto

 
Una stagione dei motori sconvolta dall'emergenza sanitaria parte domenica prossima sulla pista che ospiterà a settembre il suo primo Gran Premio di Formula 1. La pista del Cavallino Rampante accoglierà il primo round del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance, aggiudicato lo scorso anno in un finale molto emozionante al suo pilota Stefano Gai, vincitore di corsa e scudetto. Il milanese quest'anno punterà sul Campionato GT Sprint, quindi sarà estremamente ampio il ventaglio di candidati a succedergli nei quattro appuntamenti di 180 minuti ciascuno. In pista nella categoria GT3 saranno presenti a giocarsi il successo assoluto rappresentanti di Audi, BMW, Ferrari, Lamborghini, Mercedes AMG e Porsche. Ogni marca avrà almeno un equipaggio in griglia in grado di pretendere di stare davanti a tutti.

La valutazione riguarda ovviamente anche Audi Sport Italia: il trio di piloti dei quattro anelli in Toscana sarà composto da Riccardo Agostini e Daniel Mancinelli, che onoreranno tutti e quattro gli appuntamenti, mentre il pilota della Fabbrica Mattia Drudi sarà in corsa in Italia ogni qualvolta i suoi programmi ufficiali lo consentiranno, il Mugello tra questi. Considerata la competitività di materiale umano e tecnico della squadra fondata da Emilio Radaelli e che da quest'anno ha come Team Principal Ferdinando Geri, appare certo che il gruppo della squadra novarese non vorrà perdere alcuna occasione di ben figurare. E il nuovo inizio è su un tracciato che per Audi Sport Italia è sinonimo dell'ultimo ricordo vincente: il successo di Benoît Tréluyer e Bar Baruch che chiuse in bellezza il campionato 2018. Per i gusti di piloti e staff, è passato fin troppo tempo...

Nibbiola (NO) – 16 luglio 2020

GLI ORARI

VENERDI 17 LUGLIO
11.35-12.35 prove libere
16.25-17.25 prove libere
SABATO 18 LUGLIO
09.00-09.50 prove libere
12.40-13.45 qualifiche
DOMENICA 19 LUGLIO
partenza gara 14.40 (180')

   
Contatti  |  Photogallery  |  Download  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy
 
   Copyright® 2012 Audi Sport Italia S.r.l. | P.IVA 00865690960