;Audi Italia Audi Sport Italia
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
CampionatoSuperStarCampionatoSuperStar
News | Monza | Sprint
modulo stampa invia

Un secondo posto (malgrado 25" di handicap tempo) conclude il gran fine settimana di Mattia Drudi e Riccardo Agostini a Monza


• Una domenica all'insegna delle safety car: se dapprima condiziona la prima metà di gara di Agostini, poi restituisce con gli interessi il maltolto alla coppia della R8 LMS GT3 durante il turno di Drudi, che può rimontare da sesto a secondo nel giro finale
Un altro podio, e ormai per la Audi R8 LMS GT3 è il quinto in sei gare del Campionato Italiano GT Sprint fin qui disputate, mette le ali alle speranze di titolo di Riccardo Agostini, che prima della trasferta a Monza aveva 9 punti di vantaggio totali sul più immediato inseguitore Lorenzo Ferrari e ora ne ha invece 25 (esclusi gli scarti) sui vincitori di oggi Rovera/Roda. Proprio il podovano, che prendeva il via dalla quinta posizione, ha avuto un inizio di turno a ritmo sincopato a causa di dieci minuti svoltisi dietro alla safety car, necessari per sgomberare la via di fuga in zona Lesmo. Ma quando la gara è ripresa il ritmo da blando è diventato improvvisamente parossistico: alla prima variante un avversario si è infilato alla prima staccata e il pilota Audi è scivolato al settimo posto. Il veneto si è ripreso il sesto posto al quinto giro ma ha poi avuto bisogno di altri quattro passaggi per superare la Lamborghini di Kroes/Pulcini e tornare alla quinta posizione in cui aveva iniziato. Il restart dopo la safety car ha quindi condizionato anche il distacco dal leader Loris Spinelli (che divideva la Mercedes AMG GT3 con il pretendente allo scudetto Ferrari) a oltre otto secondi al momento di tornare al box per cedere il volante a Mattia Drudi. Il romagnolo è rientrato in pista dovendo attendere 25" secondi di handicap-tempo supplementare dovuti alla serie di piazzamenti precedenti che hanno consentito ad Agostini di essere leader della classifica tricolore.

Drudi ha preso subito un buon ritmo, sulla scia dei tempi della Mercedes AMG che conduceva con Ferrari al volante e dei migliori inseguitori, ma dal settimo posto iniziale il pilota Audi poteva fare poco tranne cercare di avvicinare il più possibile i primi e guadagnare una posizione quando la BMW M6 GT3 di Zug/Comandini vincitrice il sabato accusava un problema. Ma ormai in zona-Cesarini rientrava in pista la safety-car per liberare la pista all'uscita della variante Ascari, e il gruppo veniva compattato per un giro finale con bandiera verde all'insegna dell'aggressività più sfrenata. A farne le spese era proprio la Mercedes AMG che aveva dominato, spinta in testacoda, mentre a concludere prima sotto la bandiera a scacchi era la Lamborghini Huracan di Kroes/Pulcini davanti alla Ferrari 488 di Rovera/Roda e proprio all'Audi R8 LMS GT3, con Drudi preciso come un chirurgo a evitare problemi e a guadagnare posizioni in mezzo alla bolgia. La Huracan vincitrice aveva peraltro 5" di penalità da scontare per aver spinto fuori pista un'altra Lamborghini a inizio gara, così a vincere per la prima volta nella serie Sprint 2020 era la Ferrari AF Corse, mentre Drudi ed Agostini andavano sul podio a ritirare la coppa del secondo classificato e i 15 punti allegati che fanno del pilota campione in carica un serio candidato ad una insolita (nel GT Italiano) conferma del titolo.
 
     
GARA DUE
1. Roda/Rovera (Ferrari) 26 giri in 53'43"512 media oraria 168,2 km/h
2. DRUDI/AGOSTINI (AUDI) 0"556
3. Cressoni/Mann (Ferrari) 1"655
4. Kroes/Pulcini (Lamborghini) 2"545
5. Michelotto/Hudspeth (Ferrari) 2"717
6. Di Amato/Vezzoni (Ferrari) 2"735
7. Nemoto/Tujula (Lamborghini) 6"113
8. Cassarà/De Giacomi (Porsche) 15"785
9. Venerosi/Baccani (Porsche) 23"719
10. Greco/Chiesa (Ferrari) 1'17"629
CLASSIFICA PILOTI GT3 SPRINT DOPO 6/8 GARE (p.ti)[pos.prec.]
1. AGOSTINI (68) [1]
2. Rovera/Roda (58) [5]
3. Ferrari (52) [2]
4. DRUDI (51) [7]
4. Nemoto/Tujula (51) [4]
6. Comandini/Zug (48) [3]
7. Kroes/Pulcini (42) [8]
8. Galbiati/Venturini (37) [6]
9. MANCINELLI (32) [3]
9. Spinelli (32) [10]
Monza, domenica 18 ottobre 2020


A Monza col quarto podio in cinque gare Mattia Drudi e Riccardo Agostini si fanno valere anche in uno dei contesti più difficili

• Partito in prima fila il duo Audi domina la prima metà di gara, poi la velocissima accoppiata della R8 LMS GT3 riesce a inserirsi in zona-podio nel finale di corsa a dispetto di 20" di handicap tempo da scontare per i piazzamenti precedenti

Audi R8 LMS GT3 protagonista anche in una giornata in cui iniziava senza i favori del pronostico: a Monza terzo posto per Mattia Drudi e Riccardo Agostini, col romagnolo leader per l'intera prima metà della corsa, nonché autore del giro veloce e il padovano bravissimo a compensare con un impegno a tutta grinta i 20" di handicap tempo da scontare al pit stop. Al via Drudi, che partiva in prima fila, si è visto consegnare la prima posizione da un errore in prima variante dell'autore della pole position Marius Zug. Il pilota ufficiale Audi ha costruito un piccolo ma importante margine sul più immediato inseguitore, la Ferrari 488 di Daniele Di Amato, e vantaggi adeguati rispetto ai rivali più diretti del suo compagno di avventure in campionato, la Mercedes AMG di Ferrari/Spinelli e la Ferrari di Roda/Rovera. Al momento di rientrare ai box il "figlio d'arte" rientrava con quasi 6" sul più diretto inseguitore. Abbastanza per consentire ad Agostini di tornare in pista in quinta posizione malgrado i 20" di permanenza extra. Il padovano ha subito dimostrato di essere entrato in sintonia col flusso della gara, passando al 18° giro la Lamborghini di Marcucci/Frassineti e al passaggio seguente si inseriva in zona podio davanti alla Ferrari di Vezzoni/Di Amato.

Concludendo in terza posizione a un pugno di secondi dai vincitori, Agostini porta a quattro su cinque gare disputate gli arrivi a podio dei piloti Audi Sport Italia, incluse due vittorie. Poiché alla fine il successo è andata alla BMW M6 GT3 di Comandini e Zug, ripresisi dalla sfortuna iniziale anche grazie al fatto di non avere handicap. Il settimo posto finale della Mercedes AMG di Ferrari/Spinelli consente ad Agostini di ampliare il margine in classifica provvisoria da 9 a 17 punti. A seguire a 48 il duo BMW e un punto dietro all'equipaggio della M4 GT3 il miglior team Lamborghini oggi secondo: Nemoto/Tujula. Domani la sesta gara della stagione prevederà 25" di penalità al pit stop per Agostini e Drudi, che partiranno in terza fila, mentre in prima saranno i rivali della miglior Mercedes AMG e la Ferrari 488 di Rovera/Roda, oggi quinti. Una garanzia di una domenica appassionante a seguire un sabato frizzante.
 
     
GARA UNO
1. Zug/Comandini (BMW) 28 giri in 52'47"961 media oraria 184,3 km/h
2. Nemoto/Tujula (Lamborghini) 0"700
3. DRUDI/AGOSTINI (AUDI) 3"844
4. Galbiati/Venturni(Lamborghini)15"612
5. Roda/Rovera (Ferrari) 15"820
6. Kroes/Pulcini (Lamborghini) 16"178
7. Ferrari/Spinelli (Mercedes AMG) 25"082
8. Di Amato/Vezzoni (Ferrari) 27"206
9. Marcucci/Frassineti(Lamborghini)28"058
10. Cressoni/Mann (Ferrari) 46"685

CLASSIFICA CAMPIONATO PILOTI GT3 SPRINT DOPO 5/8 GARE (p.ti)[pos.prec.]
1. AGOSTINI (68) [1]
2. Ferrari (51) [2]
3. Comandini/Zug (48) [8]
4. Nemoto/Tujula (47) [3]
5. Roda/Rovera (38) [3]
6. Galbiati/Venturini (37) [6]
6. DRUDI (36) [10]
8. Kroes/Pulcini (35) [6]
9. MANCINELLI (32) [3]
10. Spinelli (31) [9]
Monza, sabato 17 ottobre 2020

Monza assegna prima e terza fila ai piloti Audi Sport Italia per il weekend GT Sprint

• Secondo crono per Mattia Drudi alle spalle della BMW M6 GT3 di Marius Zug e Stefano Comandini, che partiranno da favoriti nella corsa del sabato pomeriggio
• Riccardo Agostini è pronto alla difesa del primato in campionato: inizia davanti ai rivali diretti Lorenzo Ferrari, Alessio Rovera e Giorgio Roda ma con handicap-tempo

Prima e terza fila all'orizzonte per i piloti Audi Sport Italia nella quinta e sesta tappa della stagione tricolore GT Sprint che questo fine settimana si affaccia nel parco della Villa Reale di Monza. Nella prima sessione di prove a iniziare le ostilità al meglio è stato Mattia Drudi, subito il più rapido con il primo treno di gomme (1'48"953). Con gomma fresca si sono poi evidenziate le Ferrari 488 di Giorgio Roda (1'48"576) e di Matteo Cressoni (1'49"223). Per il giovane romagnolo alfiere dei quattro anelli però il più pericoloso rivale si è rivelato Marius Zug sulla BMW M6 GT3, che a quattro minuti dallo scadere ha segnato un 1'47"670 che nessuno avrebbe più battuto. Drudi è stato quello che si è dato più da fare per riuscirci e al sesto passaggio in pista ha fissato un 1'47"979 a 0"309 dalla vettura di Monaco di Baviera che gli è valso la prima fila Miigliore degli inseguitori Daniele Di Amato sulla miglior Ferrari (1'48"138). Un altro Ferrari, pilota e non vettura, Lorenzo, il rivale più minaccioso di Riccardo Agostini per la classifica generale conduttori staccato di 9 punti, partirà nono (1'48"494). Oggi pomeriggio per la corsa sprint delle 17:10 (diretta RAI Sport e streaming) dapprima Drudi e poi Agostini terranno d'occhio dal primo all'ultimo dei 50 e rotti minuti di gara la Mercedes AMG dell'emiliano e del suo collega Loris Spinelli. Entrambi gli equipaggi delle vetture GT3 tedesche dovranno misurarsi con un rilevante handicap tempo di 20" Agostini e 15" il rivale, lasciando quindi all'altra tedesca che partirà in pole position il ruolo di arci-favorita, anche in considerazione della potenza espressa da questa vettura turbo.

Nella seconda sessione ad aprire l'elenco dei poleman provvisori è stato il co-campione italiano in carica (insieme ad Agostini) Alessio Rovera (1'48"814). L'uomo Audi con il terzo tempo provvisorio (1'48"057) aveva dato un buon viatico al suo turno. Ma a riportare Agostini e la squadra del Team Principal Ferdinando Geri a tenere desta l'attenzione sulla situazione-campionato più che sulla soddisfazione effimera della qualifica ci ha subito pensato Spinelli, che ha collocato la Mercedes AMG in pole position (1'47"562 ) e poi non pago di aver fissato il miglior crono della giornata si è migliorato ancora (1'47"364) rilanciando le velleità sue e di Ferrari nel tentare la rimonta al primo posto in classifica del padovano dell'Audi. Sfortunatamente lo svogersi regolare della qualifica è stato interrotto da una bandiera rossa per rimuovere una Mercedes AMG GT3 ferma lungo il tracciato, e durante il convulso finale il ritmo di tutti i piloti è parso calare, con l'importante eccezione di Rovera, che si è guadagnato la prima fila (1'47"799) accanto a Spinelli. Agostini invece ha conservato come miglior risultato quello del suo quinto passaggio, che lo farà partire domani in terza fila, dietro alla BMW di Comandini/Zug e alla Lamborghini Huracan di Nemoto/Tujula.
 
Monza (MB) - sabato 17 ottobre 2020

GLI ORARI

VENERDI 16 OTTOBRE
11:55-12:55 prove libere
16:10-17:10 prove libere
SABATO 17 OTTOBRE
11:35-12:15 qualifiche
17:10 gara uno (50' + 1 giro)
DOMENICA 18 OTTOBRE
13:30 gara due (50' + 1 giro)

 

PER RICEVERE INFORMAZIONI AGGIORNATE SULLE NOSTRE GARE,
POTETE ISCRIVERVI QUI ALLA NEWSLETTER DI AUDI SPORT ITALIA.

 


   
Contatti  |  Photogallery  |  Download  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy
 
   Copyright® 2012 Audi Sport Italia S.r.l. | P.IVA 00865690960