;Audi Italia Audi Sport Italia
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
CampionatoSuperStarCampionatoSuperStar
News | Vallelunga | Sprint
modulo stampa invia

Un quinto posto nella finale di Vallelunga rinvia al ricorso di Audi Sport Italia sulla terza gara della stagione il risultato definitivo della classifica piloti GT3 Sprint

 

• Il risultato dell'Audi R8 LMS di Riccardo Agostini e Mattia Drudi nell'ottava gara della stagione 2020 condizionato da un contatto subito dal padovano, da tre safety car e dalla pioggia battente che ha sferzato oggi l'Autodromo Piero Taruffi

Sarà la terza gara 2020, assai più dell'ottava e ultima conclusa oggi, a decidere i nomi dei campioni GT3 Sprint 2020. Il quinto posto in rimonta dalle retrovie per Agostini e Drudi in una gara disputata sotto una pioggia ininterrotta e vinta dalla Lamborghini di Alex Frassineti e Giovanni Venturini, ha consegnato una classifica provvisoria che includendo i sei risultati previsti vede i vincitori del sabato pomeriggio Yuki Nemoto e Tuomas Tujula a 76 punti, quattro più di Agostini e sei più dei compagni di marca e di team Danny Kroes e Leonardo Pulcini. L'esito romano rinvia alla conferma definitiva della classifica del sabato al Mugello. Agostini e Drudi si erano imposti davanti a Nemoto e Tujula, ma una penalità relativa alla procedura al pit-stop aveva fatto scivolare al quarto posto il duo dei quattro anelli. Audi Sport Italia aveva interposto un appello al risultato respinto dal TNA e presenterà ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del C.O.N.I. per vedere riconosciute le proprio ragioni e ottenere che ad Agostini e Drudi siano ri-assegnati 20 punti invece dei 7 coi quali è stata compilata la classifica sub-judice. Il che farebbe di Agostini il campione GT3 Sprint 2020.

La corsa, la prima della giornata dopo le due di monoposto annullate per il maltempo, è iniziata dietro alla safety-car. Agostini, che prendeva il via in quarta fila, quando al quinto giro la vettura staffetta è rientrata si è scatenato per cercare subito di recuperare terreno, ma un contatto alla curva del Semaforo lo ha mandato in testa-coda, mentre la BMW di Comandini/Zug per l'episodio è stata penalizzata di 10". La lotta contro il tempo del padovano riprendeva dalla quattrodicesima posizione, inoltre con la lunga safety car iniziale Agostini si è ben presto trovato alla soglia del rientro al pit-stop, dove lui e Drudi avevano anche altri 20" di handicap tempo con cui misurarsi. Mentre i pit stop erano in corso un concorrente si è insabbiato e al nono passaggio la safety car è tornata in pista per la seconda volta. Nel gruppone ricompattato Drudi ha dato fondo a tutte le sue risorse per recuperare sul bagnato, e al 15.imo giro era alle spalle dei rivali e leader in campionato dal sabato Tujula/Nemoto, che ha superato quattro giri dopo. In un finale convulso cercava di rientrare sui primi, ma al 23imo giro proprio il finlandese della Lamborghini si insabbiava inducendo la direzione gara a far rientrare la safety-car, e la classifica si bloccava con l'Audi quinta e i piloti della Lamborghini senza punti ma davanti ad Agostini, in attesa che sia messa la parola fine al risultato del Mugello.

 
     
GARA DUE
1. Frassineti/Venturini (Lamborghini) 25 giri in 54.17"861, media oraria 112,850 km/h
2. Kroes/Pulcini (Lamborghini) 6"201
3. Cecotto/Altoé (Lamborghini) 6"501
4. Roda/Rovera (Ferrari) 7"249
5. AGOSTINI/DRUDI (AUDI) 8"237
6. Ferrari/Spinelli (Mercedes AMG) 14"161
7. Cressoni/Mann (Ferrari) 16"396
8. Michelotto/Hudspeth (Ferrari) 16"721
9. Moiseev/Marciello(MercedesAMG)18"074
10. Guerra/Riccitelli (BMW) 19"079

CLASSIFICA CONDUTTORI GT3 SPRINT 2020 (punti validi; * = in attesa di ricorso) [posizione precedente]
1. Nemoto/Tujula (76*) [1]
2. AGOSTINI (72*) [2]
3. Kroes/Pulcini (70*) [3]
4. Rovera/Roda (65) [5]
5. Ferrari (62*) [6]
6. Venturini (62) [7]
7. Zug/Comandini (61*) [4]
8. DRUDI (47*) [8]
9. Spinelli (42) [9]
10. Galbiati (37) [10]
11. MANCINELLI (32) [11]

Campagnano di Roma, domenica 6 dicembre 2020


A Roma handicap-tempo e due safety car complicano il sabato di Riccardo Agostini


• Il padovano di Audi Sport Italia, oggi ottavo, non riesce a mantenere il primo posto in campionato, dove salgono i vincitori Tujula/Nemoto; ma Agostini e Drudi non perdono le speranze di exploit in zona-Cesarini, con un aiutino dalle nuvole...

Al contrario delle attese non è stata la pioggia a complicare la vita ai protagonisti del GT Sprint a Vallelunga. Quella di Mattia Drudi e Riccardo Agostini l'hanno complicata invece l'handicap tempo monstre di 30" da scontare al pit stop e due safety car che hanno caratterizzato quasi tutto lo stint del padovano, che ha terminato ottavo, mentre i vincitori Tuomas Tujula e Yuki Nemoto sono ora i nuovi leader a una gara dal termine. Per stare tranquillo (considerato che la classifica generale risulta sub-judice) domani il pilota Audi Sport Italia dovrà tentare di recuperare sei punti al duo Lamborghini, senza perdere di vista gli altri avversari pericolosi per la classifica. Non proprio una passeggiata partendo dalla quarta fila e con altri 20" di handicap-tempo.

Alla partenza Drudi manteneva la quarta posizione dietro alla Mercedes AMG di Loris Spinelli, alla Huracan di Tujula/Nemoto e alla Ferrari 488 del suo ex-compagno di equipaggio 2019 Alessio Rovera. Drudi non è servito tanto tempo a prendere le misure di un asfalto insidioso che si asciugava molto lentamente, dopo le ore di pioggia precedenti. Dapprima ha tenuto a bada un trio di Lamborghini e dal sesto passaggio in poi si è accodato alla Huracan di Tujula, che superava alla curva dei Cimini quattro giri dopo. Nel finale tentava di strappare il secondo posto alla Ferrari di Rovera, ma quando le cose iniziavano a diventare interessanti si apriva la finestra del pit stop e il romagnolo rientrava subito a cedere il volante ad Agostini. Ma una vettura immobilizzata in pista determinava l'intervento della safety car, che rientrava davanti al primo Spinelli e ad Agostini. Ma l'abruzzese della Mercedes AMG rientrava per cedere il volante a Lorenzo Ferrari, e la vettura staffetta impiegava molto più tempo del necessario a portarsi davanti all'equipaggio realmente meglio piazzato: Tujula/Nemoto. Agostini era quindi al decimo posto, dopo aver scontato i trenta secondi di handicap tempo, ma la safety car non ricompattava il gruppo come sarebbe stato plausibile se avesse subito raggiunto la Lamborghini Huracan. Ma era ormai la safety car la protagonista, perché alla ripartenza un contatto tra una Mercedes AMG ed una Ferrari comportava un'altro ingresso della vettura inviata dalla direzione gara, che non se ne andava fino alla bandiera a scacchi consegnando il successo a Tujula/Nemoto davanti all'altra Huracan di Kroes/Pulcini e alla BMW di Comandini/Zug. I tre punti di Agostini secondo logica finiranno tra gli scarti, per cui gli occhi del padovano e del compagno di colori Drudi sono già sulla finale di domani, quando alle 11:00 è prevista pioggia. Visti i precedenti del GT Italiano potremmo anticipare senza timore di sbagliare: sono previsti imprevisti...

  
CLASSIFICA GARA UNO
1. Tujula/Nemoto (Lamborghini) 28 giri in 52.17"211, media oraria 131,252 km/h
2. Kroes/Pulcini (Lamborghini) 0"520
3. Comandini/Zug (BMW) 1"514
4. Michelotto/Hudspeth (Ferrari) 1"756
5. Altoé/Cecotto (Lamborghini) 2"006
6. Frassineti/Venturini(Lamborghini) 2"153
7. Cassarà/Cairoli (Porsche) 3"270
8. DRUDI/AGOSTINI (AUDI) 3"804
9. Moiseev/Marciello(MercedesAMG) 4"188
10. Bonanomi/Magnoni (Honda) 6"602

CLASSIFICA CONDUTTORI GT3 SPRINT DOPO 7/8 GARE, (punti totali) [pos. precedente]
1. Nemoto/Tujula (76) [4]
2. AGOSTINI (73) [1]
3. Rovera/Roda (64) [2]
4. Comandini/Zug (60) [5]
5. Kroes/Pulcini (59) [6]
6. Ferrari (57) [3]
7. Venturini (42) [8]
8. DRUDI (41) [7]
9. Spinelli (37) [9]
10. Galbiati (37) [10]
11. MANCINELLI (32) [11]

Campagnano di Roma, sabato 5 dicembre 2020

Il "rompicapo" di Vallelunga inizierà dalla seconda fila oggi per il duo Audi Sport Italia

• Riccardo Agostini difende il primato provvisorio in classifica a fianco di Mattia Drudi in un gran finale che assomiglia a un gran puzzle, tra meteo ballerino e un pesante handicap tempo da scontare nei pit-stop di penultima e ultima gara del GT Sprint

Le prove ufficiali delle ultime corse della stagione GT Sprint si sono svolte stamattina con cartelli wet practice esposti: quindi pioveva, vi domanderete? No all'inizio, sì nella seconda sessione. Anzi sì, ma non sempre: all'inizio la pista stava asciugando, come nella prima sessione. Poi no. Snervante? Irritante? Questa in effetti è stata la cifra delle qualifiche di Vallelunga per Mattia Drudi e Riccardo Agostini. Per il primo la cadenza dei passaggi sul traguardo e per il secondo le spruzzate di pioggia a corrente alternata hanno condizionato risultati che alla fine dicono che partiranno rispettivamente quarto e ottavo nella penultima ed ultima tappa della stagione.

Drudi è sceso in pista nella prima sessione mentre l'asfalto iniziava a migliorare. Rientrato al box a montare le gomme da asciutto ha atteso con pazienza che mancassero dieci minuti alla fine per iniziare un bel duello con la Mercedes AMG di Loris Spinelli: i due si sono alternati al primo posto quattro volte di seguito. Nell'ultimo giro buono Drudi ha fissato il cronometro su 1'34"769, lo stesso tempo del rivale. Ma l'abruzzese al contrario del romagnolo ha avuto un giro in più a disposizione e si è ripreso la pole position in 1'34"673. Altri due rivali, Alessio Rovera (1'34"423) e Tuomas Tujula (1'34"423) come il poleman Mercedes AMG hanno completato un altro passaggio inserendosi davanti all'Audi R8 LMS GT3 sulla griglia della gara che partirà oggi pomeriggio alle 15:00, con diretta MS Motor TV (canale 228 Sky) o differita dalle 15:20 su RAI Sport. Spinelli precederà nell'impegno Lorenzo Ferrari che, considerando i due punteggi da scartare, appare il più prossimo al primo posto in classifica di Agostini: tre punti alle spalle del padovano campione in carica.

La Ferrari che partirà oggi in prima fila avrà un handicap-tempo di 15" da scontare al pit-stop per la vittoria nella gara passata a Monza. A Drudi e Agostini piacerebbe avere quei secondi come zavorra: a loro ne toccheranno ben 30"... Agostini, conscio di questo muro da valicare nel fine settimana di Vallelunga, per questo era deluso per la sfortuna avuta nel secondo turno di prove ufficiali, da tutti affrontato su gomme slick. Ogni volta che ha avuto un giro libero o ha trovato traffico, come gli è successo al Curvone, o una leggera pioggia ha peggiorato il grip sull'asfalto. Meno bersagliato evidentemente è stato il bravo autore della pole position Ferrari. Col tempo di 1'33"754 il giovane piacentino partirà davanti a tutti e con accanto Matteo Cressoni (1'34"177). Ad Agostini il crono di 1'34"769 attribuirà l'ottavo tempo per la griglia di domattina.

Campagnano di Roma, sabato 5 dicembre 2020

A Vallelunga Riccardo Agostini e Mattia Drudi in pista pronti a dare battaglia fino all'ultimo giro della gara decisiva del Campionato GT3 Sprint 2020

La doppia incertezza: il fattore determinante sarà l'handicap-tempo che affliggerà l'Audi R8 LMS GT3 o un meteo che preannuncia sferzate da pieno inverno?

Gli scudetti del GT Italiano sono quasi sempre stati assegnati in un gran finale a Monza o più raramente al Mugello. Quest'anno la crisi sanitaria ha portato a un calendario compresso e con date di emergenza che richiede ai piloti e team di schierarsi in una insolita data dicembrina e di farlo sulla pista intitolata al grande campione delle ruote coperte Piero Taruffi. Due volte un pilota Audi Sport Italia è arrivato a giocarsi un titolo a Vallelunga. In entrambi i casi si trattava di un campionato turismo e tutte e due le volte è finita bene per i quattro anelli. Il 6 ottobre 1996 Dindo Capello arrivò da sfavorito in una gara che sembrava una finale di Coppa del Mondo FIA Superturismo, vincendo uno dei titoli più belli della storia della squadra fondata da Emilio Radaelli e Roberta Gremignani. Il 13 ottobre 2013 Gianni Morbidelli arrivava invece a Roma da favorito con la sua RS5 all'ultima tappa della serie internazionale Superstars: otteneva i punti necessari al successo, prima di aggiungere anche il titolo italiano due settimane dopo a Franciacorta.

Sabato e domenica Riccardo Agostini tenterà di confermare quella tradizione favorevole. Malgrado sia attualmente primo nella classifica provvisoria del GT Sprint, il ruolo del pilota portato sulla R8 LMS dal Team Principal Ferdinando Geri assomiglierà forse più a quello di Capello che a quello di Morbidelli. Anzitutto perché il plateau di partecipanti sarà il più competitivo visto in tutta la stagione, con nuovi arrivi ed equipaggi rinforzati. A Vallelunga Agostini e Mattia Drudi di nuovo al suo fianco correranno ancora una volta oltre che contro avversari di vaglia contro il fardello pesantissimo di 30" di handicap-tempo da scontare al pit-stop che sono una montagna da scalare più impegnativa del Monte Soratte che si vede sullo sfondo della pista romana.

Quanto alla situazione di classifica, al termine della seconda gara a Monza Agostini aveva 83 punti totali, 25 di vantaggio, un vantaggio platonico. Se si applica un taglio di 13 punti, considerando un intervento negativo del Tribunale Nazionale di Appello per il risultato della prima corsa al Mugello, la situazione del padovano cambia drasticamente in peggio. Aggiungendo anche i due scarti previsti, il vantaggio scende a tre soli punti su Lorenzo Ferrari e dieci su Alessio Rovera e Giorgio Roda. In breve, ad Agostini e Drudi non serviranno tattiche sofisticate, piuttosto inseguire ogni punto alla loro portata dal primo all'ultimo giro. L'anno scorso Agostini ha concluso la sua trasferta a Vallelunga con una vittoria, due giri veloci e una pole position, quindi non si farà trovare impreparato al difficile compito del fine settimana.

Difficile anche per le previsioni meteo, che segnalano per sabato e domenica condizioni più invernali che autunnali. Condizioni più da Ardenne che da campagna laziale: e questo ci ricorda che Agostini dividerà la R8 LMS con Drudi, che sull'Audi GT3 all'ultima 24 Ore ha dato spettacolo dal primo all'ultimo minuto sull'asfalto viscido del tracciato belga. Seguire lo spettacolo sarà possibile anche in TV sabato su RAI Sport dalle ore 15:20 e domenica dalle 11:00 su MS Motor TV (canale Sky 228) o in streaming sui canali del promotore ACI Sport.

Campagnano di Roma, giovedì 3 dicembre 2020

 

GLI ORARI 

 

VENERDI 4 DICEMBRE
11:15-12:05 prove libere
14:35-15:25 prove libere
SABATO 5 DICEMBRE
10:40-11:00 qualifica uno
11:10-11:30 qualifica due
15:00 partenza gara uno
DOMENICA 6 DICEMBRE
11:00 partenza gara due

PER RICEVERE INFORMAZIONI AGGIORNATE SULLE NOSTRE GARE,
POTETE ISCRIVERVI QUI ALLA NEWSLETTER DI AUDI SPORT ITALIA.


   
Contatti  |  Photogallery  |  Download  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy
 
   Copyright® 2012 Audi Sport Italia S.r.l. | P.IVA 00865690960