;Audi Italia Audi Sport Italia
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
CampionatoSuperStarCampionatoSuperStar
News | Vallelunga | 6 Ore di Roma
modulo stampa invia

La prima vittoria assoluta alla 6 Ore di Roma per Audi Sport Italia arriva al fotofinish

Riccardo Agostini firma il turno decisivo di una gara dal finale entusiasmante, mentre l'esordio di Lorenzo Ferrari e Sean Hudspeth sulla R8 LMS GT3 non poteva aver esito migliore
Al rientro alla 6 Ore di Roma a distanza di sei anni dall'ultima presenza, team e piloti Audi sapevano bene su chi avrebbero dovuto fare la loro corsa: l'unica Lamborghini Huracan (partita in pole position), una vettura che la settimana precedente aveva vinto entrambe le corse del GT Sprint Italiano. E in effetti è stato così, con l'ultimo turno di gara al cardiopalma trascorso a vedere Riccardo Agostini tenere dietro Raffaele Giammaria, autore del giro più veloce della corsa ma che nonostante la pressione e una vettura più scorrevole nel veloce è riuscito a mettere il muso davanti all'Audi solo per pochi metri alla curva Soratte per poi andare largo e restituire il primo postoad Agostini. Per il padovano questa era la tredicesima corsa della stagione sulla R8 LMS e il numero non ha creato problemi, anzi, a lui e ai nuovi compagni di colori Lorenzo Ferrari e Sean Hudspeth. I due hanno firmato col pilota veneto la prima vittoria assoluta dei quattro anelli in questa classica arrivata alla ventinovesima edizione.

Tutti e tre i piloti Audi Sport Italia hanno a vario titolo tenuto la prima posizione, e Hudspeth è stato il primo dei tre a riuscirci. Il pilota di Singapore aveva iniziato con un testacoda sulla pista col poco grip delle prime ore del mattino, ma è risalito bene fino al terzo posto, una posizione che poi nel suo primo turno Ferrari ha migliorato scavalcando la migliore delle Ferrari 488. Hudspeth è ritornato al volante della R8 LMS GT3 per lo stint che contraddistingueva la metà gara, e dal 93° al 129° passaggio si insediava al comando quando la Huracan di Giammaria, Massimo Torre e Gino Moccia doveva sostare al box per una riparazione imprevista. Malgrado un pit-stop imprevisto di Hudspeth per una foratura, nel secondo turno Ferrari si riportava davanti a tutti a partire dal 147° giro. Ma poi il diciottenne piacentino fino al 166°, momento in cui rientrava al box a un'ora e un quarto dalla fine, doveva misurarsi con un assetto poco equilibrato per un problema di pressione a uno pneumatico. Ferrari dimostrava una maturità da veterano del GT e riportava l'Audi in prima posizione, cedendo a un vero veterano come Agostini (nonostante la giovane età) il compito di difendere con le unghie ed i denti la prima posizione dall'ex-Formula 3000 sulla Huracan che le tentava tutte prima di arrendersi per appena 0"469. Se quella di Ferrari ed Hudspeth è la prima vittoria coi quattro anelli per Agostini è stata la quarta del 2020, o terza, in base al risultato del ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del CONI sul risultato della gara GT Sprint del sabato al Mugello.

CLASSIFICA FINALE
1. AGOSTINI/FERRARI/HUDSPETH (AUDI) 213 giri in 6h01'.00.330 media oraria 144,613 km/h
2. Moccia/Giammaria/Torre (Lamborghini) 0"469
3. Alessandri/Antonelli/Giraudi/Linossi (Mercedes-Benz AMG) - 1 giro
4. De Marchi/Bottiroli/Mac/Schreiner (Fe.) - 16 giri
5. Rayneri/Donzelli/Montagnese/Fondi (Porsche) - 17 giri
6. D'Aste/Grimaldi/Utzieri (Lotus) - 19 giri
7. Di Amato/Quaresmini/Sartingen/Kinch (Ferrari) - 20 giri
8. Bertschinger/Faessler/Tosolini (Porsche) - 23 giri
9. Cordoni, Pindari, Miemois/Fratti (Porsche) - 87 giri
10.Malvestiti/Romagnoli/Canuti (Mitjet) - 91 giri

Campagnano di Roma, domenica 13 dicembre 2020


Concluse positivamente le due giornate di prove della 6 Ore di Roma 2020: prima fila per Audi Sport Italia

 
Favorevoli i riscontri con gomma nuova e (specialmente) usata per l'agguerritissimo trio di piloti con Lorenzo Ferrari e Sean Hudspeth subito in palla accanto al "titolare" Riccardo Agostini

Il trio di piloti formato per la 6 Ore di Roma dal Team Principal Ferdinando Geri ha permesso ad Audi Sport Italia di completare le due giornate di prove libere e ufficiali restando sempre nella Top3. Domani per la ventinovesima edizione della classica di durata ospitata all'Autodromo Piero Taruffi Riccardo Agostini, Lorenzo Ferrari e Sean Hudspeth partiranno in prima fila per dare la caccia al trofeo che chiude la stagione 2020 del Gran Turismo in Italia. La prima delle due sessioni si è rivelata quella più veloce e la R8 LMS GT3 all'inizio ha tenuto il primo posto in classifica provvisoria. Il primo a mettere sui monitor un tempo da leader è stato Agostini (1'31"853) andando ad appena due decimi dal suo miglior tempo in qualifica durante la 3 Ore di ottobre, quando le condizioni ambientali erano migliori rispetto a quelle di questa edizione della 6 Ore, ritardata in calendario rispetto alla data abituale.

Quando il padovano è andato al box per cedere il volante a Lorenzo Ferrari erano passati poco meno di venti minuti e in pista è scesa la Lamborghini Huracan di Giammaria/Moccia/Torre. Il pilota ed istruttore federale di Civitavecchia ha colto l'attimo per assicurarsi la pole position di giornata (1'30"715) con un tempo che nessuno ha più avvicinato. Ma questo non implica che il team dei quattro anelli si fosse rassegnato: durante il suo turno il diciottenne piacentino all'esordio sull'Audi si è dimostrato subito molto a suo agio nel sedile della vettura di Ingolstadt. Nel corso del 16° giro inanellato dall'Audi N. 12 ha anche finito col siglare il miglior crono della giornata per la squadra di Nibbiola (1'31"828). A una dozzina di minuti dalla bandiera a scacchi è poi stata la volta di Sean Hudspeth: il ventiseienne pilota residente a Londra era a sua volta all'esordio sulla vettura di Audi Sport Italia, ma ha continuato a tenere alto il ritmo complessivo, visto che nel corso del 23° passaggio della sessione per la vettura ha siglato un buon 1'31"907.

Se i piloti della R8 LMS GT3 non sono riusciti a portare a casa la platonica soddisfazione della pole position, nel corso del secondo turno, ovvero quando praticamente nessun concorrente ha fatto ricorso a gomme fresche, si sono rivelati i più veloci. E la loro competitività con gomma usata è un positivo segnale nell'ottica di una corsa che domani durerà 6 Ore e nella quale tenere ritmi elevati senza il grip della gomma nuova sarà essenziale per puntare al risultato pieno. Rispetto al primo turno è cambiata la sequenza delle discese in campo, con Hudspeth a precedere Ferrari ed Agostini. Il pilota campione in carica del GT3 Endurance ProAM Italiano ha subito messo l'Audi davanti a tutti (1'33"801) con un tempo che Ferrari ha migliorato scendendo fino a 1'32"412 al 17° passaggio. L'ultimo stint del primo pomeriggio è toccato ad Agostini, che come i compagni di team ha dimostrato il buon equilibrio della vettura con gomma usata e si è anche concesso il lusso nel finale di scendere sotto il minuto e 32" (1'31"963). A titolo di confronto il miglior tempo in gara di una R8 LMS risale ad una corsa sprint del 2017 ed appartiene al romano Vittorio Ghirelli (1'32.128). I risultati odierni nel complesso e la sequenza nel finale delle qualifiche in particolare lascia ben sperare per la domenica che attende Audi Sport Italia a Campagnano di Roma, quando i capricci del tempo dovrebbero risparmiare i concorrenti impegnati a partire dalle 9:45, con diretta streaming sui canali social di Gruppo Peroni Race e in TV su MS Motor (canale Sky 228).

QUALIFICHE:
1. Moccia/Giammaria/Torre (Lamborghini) 1'30"715
2. AGOSTINI/FERRARI/HUDSPETH/ (AUDI) 1'31"828
3. Alessandri/Antonelli/Giraudi/Linossi (Mercedes-Benz AMG) 1'32"920 
4. Di Amato/Quaresmini/Sartingen/Kinch (Ferrari) 1'34"119
5. Pastorelli/Locanto/Randazzo (Porsche)  1'35"291
6. Cordoni/Pindari/Miemois/Fratti (Porsche) 1'35"569
7. De Marchi/Bottiroli/Mac/Schreiner (Ferrari) 1'36"024
8. Rayneri/Donzelli/Montagnese/Fondi (Porsche) 1'36"257
9. D'Aste/Grimaldi/Utzieri (Lotus) 1'36"917
10. Bertschinger/Faessler/Tosolini (Porsche) 1'38"938
 
Campagnano di Roma (RM), sabato 12 dicembre 2020

Audi Sport Italia ritorna alla 6 Ore di Roma dopo sei anni e allunga la lista di eccellenti piloti alternatisi al volante della R8 LMS GT3 nella stagione 2020

A Vallelunga la diciottenne promessa Lorenzo Ferrari e il 're' della GT3 ProAm Sean Hudspeth affiancheranno Riccardo Agostini

Riccardo Agostini quest'anno ha messo insieme la bellezza di dodici gare al volante dell'Audi R8 LMS nei fine settimana validi per i Campionati Italiani GT3 Endurance e Sprint. Il padovano il prossimo fine settimana tornerà al volante per la 6 Ore di Roma, e questa volta alla classica di chiusura organizzata dal Gruppo Peroni potrà correre per il solo piacere di far esprimere la vettura al meglio, senza impegni di punteggio e finalmente senza la zavorra di handicap-tempo che nelle sue trasferte è stata spesso una costante, incluso lo scorso weekend in programma proprio all'Autodromo Piero Taruffi.

Agostini sarà l'unico del trio di piloti impegnato sulla pista di Vallelunga ad avere alle spalle una cospicua esperienza sulla R8 LMS in quello che rappresenta il ritorno Audi Sport Italia alla 6 Ore di Roma a distanza di sei anni dall'ultima presenza. Nel 2014 al volante della R8 LMS Ultra (modello precedente all'attuale GT3) si erano alternati Thomas Biagi, Filippo Francioni e Ferdinando Geri, vincitori della loro categoria e a lungo in lizza per un posto sul podio assoluto. La stessa vettura si era imposta in GT3 Sprint due anni prima, ancora con Francioni al volante ma in quella edizione insieme ad Alex Frassineti ed Andrea Sonvico.

Geri, che allora era in veste di pilota Gran Turismo e quest'anno nei panni più strategici di Team Principal, dopo aver già portato sulla vettura dei quattro anelli Agostini, per la 6 Ore di Roma ha stretto un accordo con altri due driver che allungano l'elenco di protagonisti che hanno fatto parte del team nel 2020: oltre ad Agostini, Mattia Drudi, Daniel Mancinelli, Vito Postiglione. Due piloti che sono nuovi per Audi Sport Italia ma già conosciuti e stimati per le performance nel GT tricolore: Lorenzo Ferrari e Sean Hudspeth. Il piacentino (diciotto anni compiuti da poco) già alla prima stagione nelle ruote coperte è stato protagonista, mettendo a segno due belle vittorie in GT3 Sprint. Hudspeth, ventiseienne pilota di Singapore con una carriera internazionale che si è sviluppata tra Asia ed Europa, proprio in Italia sta crescendo in modo costante. Negli ultimi due anni ha messo in fila un titolo GT3 ProAm Endurance e un altro GT3 ProAm Sprint che quest'anno non è stato replicato solo conteggiando i piazzamenti, visto che quanto a punti Hudspeth e compagni di team avevano terminato alla pari coi rivali. La gara domenica 13 dicembre potrà essere seguita in diretta streaming sui canali social di Gruppo Peroni Race oppure su MS Motor TV (canale 228 Sky).

Nibbiola (NO), mercoledì 9 dicembre 2020

PER RICEVERE INFORMAZIONI AGGIORNATE SULLE NOSTRE GARE,
POTETE ISCRIVERVI QUI ALLA NEWSLETTER DI AUDI SPORT ITALIA.


   
Contatti  |  Photogallery  |  Download  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy
 
   Copyright® 2012 Audi Sport Italia S.r.l. | P.IVA 00865690960