;Audi Italia Audi Sport Italia
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
CampionatoSuperStarCampionatoSuperStar
News | Vallelunga
stampa invia

LA DOPPIA RIMONTA DI VALLELUNGA SI CONCLUDE AL QUINTO POSTO PER IL GIOVANISSIMO DUO AUDI
• Finale bollente per Mattia Drudi con due sorpassi in vista della bandiera a scacchi 
• La buona partenza di Bar Baruch lo aiuta a recuperare posizioni nel suo turno

Al podio del sabato, la trasferta romana del Gran Turismo Italiano oggi ha aggiunto un sudato quinto posto per la nuova accoppiata "verdissima" Audi Sport Italia formata da Bar Baruch e da Mattia Drudi. Oggi l'israeliano a Vallelunga partiva da una scomoda ottava posizione dopo che il suo giro buono in qualifica era stato rovinato da un pilota di una categoria meno competitiva della GT3 nella quale Baruch è fin dalla prima corsa in lizza per il titolo conduttori. Il pilota di Karmiel ha però recuperato due posizioni al primo giro con una buonissimaa partenza, e si è poi portato al quinto posto all'undicesimo giro superando la Ferrari di Daniel Mancinelli ed Andrea Fontana.
Il quinto postoin cui era risalito l'israeliano è però tornato un ottavo posto per Drudi, che al momento del pit-stop ha dovuto scontare i 15" di handicap tempo "meritati" coi due arrivi a podio consecutivi conquistati nelle gare precedenti. Mentre andava a vincere la Ferrari 488 di Giancarlo Fisichella e del leader del campionato Stefano Gai, Drudi rientrava in pista alle spalle dei compagni di squadra dei vincitori, Eddie Cheever III ed Antonio Fuoco. Drudi teneva sotto pressione un Cheever III sempre costretto a guardarsi le spalle per una dozzina di giri, fino a che gli agguerriti contendenti rimontavano sulla BMW di Stefano Comandini che entrambi riuscivano a superare al 32.imo giro. Negli ultimi due giri si formava quindi un quartetto in lotta all'arma bianca per il quarto posto: la Ferrari di Fontana precedeva la Lamborghini di Liang Jiatong, la Ferrari di Cheever e l'Audi. Drudi con gran tempismo infilava la Ferrari al tornante risalendo al sesto posto, e nemmeno un chilometro dopo passava anche la Lamborghini del cinese, risalendo al quinto posto: solo mezzo secondo lo divideva alla bandiera a scacchi dalla Ferrari di Fontana.

I punti del quinto posto mantengono Baruch in lizza per il titolo piloti, con 17 punti da recuperare al leader Gai e 11 ai vincitori di ieri (oggi secondi) Giacomo Altoé-Daniel Zampieri. A Monza però, in calendario fra un mese, i piloti dell'Audi contrariamente a quanto successo a Vallelunga almeno per la prima metà del weekend avranno la garanzia di non avere a che fare con l'handicap tempo....
 
     
GARA DUE
1. Gai / Fisichella (Ferrari) 37 giri in 58'35.280 media 154,787 km/h
2. Altoé / Zampieri (Lamborghini) 7.481
3. Postiglione/Perera (Lamborghini)9.070
4. Fontana / Mancinelli (Ferrari) 31.834
5. DRUDI / BARUCH (AUDI) 32.223
6. Cheever III/Fuoco (Ferrari)33.552
7. Comandini/Koebolt (BMW) 38.342
8. Giammaria/Jiatong (Lamborghini)-1 giro
9. Vedel / Veglia (Lamborghini) - 1 giro
10. Di Benedetto (Porsche) - 2 giri
CLASSIFICA CAMPIONATO GT3 DOPO 10/14 (punti) [posiz.prec.] 
  1. Gai (122) [1] 
  2. Altoé–Zampieri (116) [2]
  3. BARUCH (105) [3]
  4. Fisichella (103) [4]
  5. Mancinelli/Fontana (84) [5]
  6. Comandini (66) [8]
  7. Palma/Barri (65) [6] 
  7. Veglia/Vedel (65) [7]
  9. Postiglione (50) [10] 
  10. FÄSSLER (42) [9] 
Campagnano di Roma (RM) – domenica 9 settembre 2018


A VALLELUNGA QUINTO PODIO DELLA STAGIONE GT3 PER LA R8 LMS, MALGRADO L'HANDICAP-TEMPO

• Il romagnolo Mattia Drudi convince nel suo esordio sull'Audi R8 LMS italiana
• Bar Baruch difende con le unghie il terzo posto e lima il distacco dalla vetta


Il "rientro dalle vacanze" del Gran Turismo Italiano ha offerto ai piloti dell'Audi R8 LMS l'occasione di essere i migliori all'arrivo tra tutti quelli che a Vallelunga erano costretti a misurarsi con gli handicap-tempo per i buoni risultati precedenti. Purtroppo per il giovane ed inedito duo formato da Bar Baruch e da Mattia Drudi, oggi c'erano in pista anche la Lamborghini Huracan di Giacomo Altoé e Daniel Zampieri e la Ferrari 488 di Antonio Fuoco ed Eddie Cheever III, che di secondi supplementari al cambio-pilota facevano allegramente a meno ed hanno infatti concluso davanti alla vettura di Ingolstadt, terza.

Mattia Drudi, al suo esordio con l'Audi di Emilio Radaelli, partiva accanto alla Huracan del poleman Altoé: alla fine del primo giro era terzo dietro al veneto poi vincitore ed al talentuoso francese Franck Perera che divideva un'altra Lamborghini con Vito Postiglione. Il romagnolo non ci ha messo molto a prendere il ritmo del veterano transalpino, da anni presenza fissa in GT3, e nel corso del suo primo stint in questa categoria non ha mai perso la ruota del rivale. Al momento del pit-stop ha così potuto cedere il volante al compagno di avventura in seconda posizione, poiché il francese ha anticipato la sosta.

Con dieci secondi di handicap da scontare, quando la R8 LMS è passata in mano al giovane pilota di Karmiel, oltre ad Altoé-Zampieri a passare davanti all'israeliano è stata anche la Ferrari del formulista Fuoco, circa 5" davanti all'israeliano. Alle spalle di Baruch si sono rapidamente fatte sotto la Lamborghini di Postiglione e la Ferrari di Fisichella, intenzionati a scavalcare il rivale dell'Audi ma anzitutto ad avere ragione l'uno dell'altro. Questo ha offerto al pilota della R8 LMS l'occasione di sfoderare la sua grinta per difendere il secondo podio consecutivo dopo quello del Mugello di due mesi fa, posizione messa a rischio davvero solo al 33° passaggio da uno sciagurato comportamento di piloti di altre categorie che erano assorbiti dalle proprie classifiche e non prestavano attenzione ai protagonisti della assoluta.

Bene o male Baruch, Postiglione e Fisichella sono passati indenni anche da questo episodio terminando nell'ordine con l'Audi a chiudere il podio: finora Baruch ed i suoi team mate a rotazione sono andati cinque volte a podio, incluse due vittorie. Precedere Gai e Fisichella a Roma ha consentito a Baruch di ridurre il distacco dal leader Gai dai nove punti precedenti agli odierni quattro. Il driver Audi però è stato scavalcato dai vincitori Altoé-Zampieri, che hanno un solo punto meno del ferrarista. Domani Baruch e Drudi partiranno per una corsa in salita: sia perché inizierà in quarta fila sia per altri 15" di handicap da scontare, come i vincitori di oggi; non ne avranno invece Fisichella e Gai, il che fa pensare ad una seconda gara romana ancora una volta avvincente.

GARA UNO
1. Altoé / Zampieri (Lamborghini Huracan) 37 giri in 58'49.528 media 154,162 km/h
2. Cheever III/Fuoco (Ferrari) 4.177
3. DRUDI / BARUCH (AUDI) 14.652
4. Postiglione/Perera (Lamborghini)15.281
5. Gai / Fisichella (Ferrari) 15.827
6. Comandini/Koebolt (BMW)32.254
7. Fontana / Mancinelli (Ferrari) 33.274
8. Vedel / Veglia (Lamborghini) 47.847
9. Di Benedetto (Porsche) - 2 giri
10. Nicolosi / La Mazza (Porsche) - 3 giri

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO GT3 DOPO 9/14 GARE (punti) [posiz.prec.]
1. Gai (102) [1]
2. Altoé–Zampieri (101) [3]
3. BARUCH (98) [2]
4. Fisichella (83) [4]
5. Mancinelli/Fontana (76) [5]
6. Palma/Barri (65) [6]
7. Veglia/Vedel (63) [7]
8. Comandini (62) [8]
9. FÄSSLER (42) [10]
10. Postiglione (38) [13]

Campagnano di Roma (RM) – sabato 8 settembre 2018

 

 

Inizierà in prima fila la trasferta romana per la giovanissima accoppiata Audi Sport Italia

•   Esordio lusinghiero in GT3 per Mattia Drudi sulla R8 LMS: secondo tempo 
•   A Bar Baruch il traffico toglie l'occasione buona col secondo treno di gomme
Oggi pomeriggio nella nona corsa del tricolore GT che partirà alle 14.00 (con diretta streaming e dalle 13:55 su RAI Sport) il giovanissima duo Audi formato da Mattia Drudi e Baruch partirà in prima fila. Il ventenne romagnolo all'esordio sulla R8 LMS di Emilio Radaelli ha confermato anche in GT3 di saper sfruttare subito la gomma nuova e col primo treno è andato immediatamente davanti a tutti i rivali (1'31.571), con il più vicino ad un decimo, Giacomo Altoé sulla Huracan (1'31"611). Ed era proprio il veneto della Lamborghini a portare via (1'30"937) a metà sessione il primato a Drudi primo ed unico ad andare sotto la soglia dell'1'31. Col secondo treno di gomme il pilota francese Franck Perera sulla Huracan e l'attuale leader del campionato Stefano Gai sulla rossa 488 scavalcavano Drudi. Ma il romagnolo col secondo set di gomme fresche a meno di due minuti dalla bandiera a scacchi i due esperti di GT2 se li metteva alle spalle migliorandosi in 1'31"019, tempo che non bastava però a infastidire il poleman Altoé che si migliorava anzi ancora (1'30"584). 

Per la seconda sessione ci si attendeva il primato del pilota di casa Giancarlo Fisichella e in effetti il ferrarista era il primo leader della qualifica (1'31"148). Baruch, attualmente secondo in campionato alle spalle del compagno di macchina di Fisichella Stefano Gai, iniziava con un tempo (1'31"979) da terza fila la sua qualifica. Col secondo treno di gomme c'era però una folla di piloti che miglioravano notevolmente il loro miglior crono precedente, e soprattutto c'era un altro laziale, Daniel Zampieri con la Lamborghini Huracan che metteva in chiaro di voler essere lui il pilota di casa a primeggiare col suo 1'30"836. Il giro era sufficiente ad assicurargli la pole per la gara di domani, sia pure superando per soli tre millesimi su Fisichella, a cui non riusciva di riprendersi il miglior tempo in vista della bandiera a scacchi. Quasi sotto la bandiera sperava di risalire l'israeliano dell'Audi, che tornava in pista con gomme fresche quando occupava ormai l'ottava posizione. Purtroppo per Baruch riusciva sì a migliorare il cronologico (1'31"548) ma non la posizione che restava l'ottava: proprio nel suo giro lanciato perdeva i tre, quattro decimi che gli avrebbero consentito di risalire dalla quarta alla terza fila nel superare la Ferrari di Tanaka.

Campagnano di Roma, sabato 8 settembre 2018

ORARI

VENERDI 7 SETTEMBRE
11.15-12.05 prove libere 
16.00-16.50 prove libere
SABATO 8 SETTEMBRE
09.40-10.05 qualifica uno
10.15-10.40 qualifica due
14.00 partenza gara uno 
DOMENICA 9 SETTEMBRE
14.00 partenza gara due

  Contatti  |  Photogallery  |  Download  |  Privacy Policy  |  Cookie Policy
 
   Copyright® 2012 Audi Sport Italia S.r.l. | P.IVA 00865690960